Ossigeno-ozono terapia: cos’è, come funziona e quali sono i benefici

Si stima che in Italia siano più 300 mila le persone che soffrono di artrite. In Europa, ogni 100.000 cittadini, 4000 soffrono di una malattia autoimmune. Per questi pazienti e per altri che soffrono di altre patologie quali artrosi, cancro, fibromialgia esiste un trattamento che può portare importanti benefici, a fronte di un’invasività minima. 

In questo articolo, vogliamo fornire maggiori informazioni sull’ozono terapia, cos’è, come funziona e quali sono i suoi benefici.

Cosa si può curare con l’ozono terapia?

L’ozonoterapia è una pratica medica che utilizza una miscela di ossigeno e ozono per scopi terapeutici. L’ozono, una molecola triatomica di ossigeno (O3), è noto per le sue proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antimicrobiche.

Per questo motivo, l’ozono terapia può essere impiegata per il trattamento di diverse patologie quali:

  • Malattie infiammatorie: artrite, artrosi, borsiti, tendiniti, fibromialgia.
  • Malattie infettive: infezioni batteriche, virali e fungine.
  • Malattie degenerative: malattie cardiovascolari, cancro, ictus.
  • Disturbi del sistema immunitario: allergie, asma, malattie autoimmuni.
  • Problemi estetici: cellulite, rughe, smagliature.

Ad esempio, un recente studio pubblicato sulla rivista “Pain Reports” nel 2022, ha valutato l’efficacia dell’ozonoterapia per il trattamento del dolore lombare cronico. Lo studio ha coinvolto 60 pazienti con dolore lombare cronico che sono stati randomizzati a ricevere 10 sedute di iniezioni intramuscolari di ozono o iniezioni di soluzione salina. 

I pazienti che hanno ricevuto ozonoterapia hanno riportato una riduzione significativamente maggiore del dolore rispetto a quelli che hanno ricevuto la soluzione salina. Inoltre, hanno avuto un miglioramento della funzione fisica e della qualità della vita.

Lo studio ha utilizzato un design randomizzato e controllato con placebo, che è il metodo più rigoroso per valutare l’efficacia di un intervento. I risultati dello studio mostrano che l’ozonoterapia è efficace nel ridurre il dolore, migliorare la funzione fisica e la qualità della vita nei pazienti con dolore lombare cronico.

Come funziona l’ozonoterapia?

L’ozono è una forma di ossigeno altamente reattiva e può essere somministrato al corpo attraverso diverse modalità: iniezioni dirette nel muscolo per indirizzare specifiche condizioni o per alleviare il dolore, oppure iniezioni intra-articolari, mirando direttamente all’articolazione interessata per ridurre l’infiammazione e promuovere la guarigione.

Ma non finisce qui. C’è anche l’autoemoterapia maggiore, un processo in cui il sangue del paziente viene prelevato, arricchito con ozono e quindi reinserito nel corpo. È come se il corpo ricevesse un tocco rigenerativo, stimolando le sue capacità di autoguarigione. Esiste anche l’applicazione topica dell’ozono, sotto forma di olio o crema, offrendo un approccio più delicato ma altrettanto efficace per trattare una varietà di condizioni cutanee.

Ora, parliamo di come l’ozono agisce una volta dentro il corpo. I vasi sanguigni si dilatano, aumentando il flusso di sangue e, di conseguenza, di ossigeno ai tessuti. Il corpo riceve così tutto ciò di cui ha bisogno per guarire dall’infiammazione. L’ozono permette quindi al corpo di rigenerarsi.

Inoltre, l’ozono stimola il sistema immunitario. Aumenta la produzione di cellule immunitarie e di anticorpi, preparando il corpo per affrontare qualsiasi infiammazione che possa presentarsi. Agisce anche come neutralizzatore dei radicali liberi, che minacciano di danneggiare il patrimonio cellulare.

Dunque, l’ozono è un alleato fidato del nostro corpo, che promuove la guarigione, la vitalità e la salute generale. 

L’ozonoterapia è sicura?

La risposta è sì, l’ozono terapia è un trattamento che ha già avuto numerosi riscontri positivi. Tuttavia, sebbene generalmente considerata sicura quando somministrata da operatori sanitari qualificati, può comportare alcuni effetti collaterali come dolore al sito di iniezione, mal di testa, nausea, vomito e affaticamento. Nonostante ciò, la scienza sta ancora esplorando appieno il potenziale di questa pratica in evoluzione.

La ricerca suggerisce che l’ozonoterapia potrebbe offrire benefici in alcune condizioni, come il dolore cronico e le infezioni. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per confermare tali risultati e comprendere meglio l’efficacia a lungo termine di questa terapia. È fondamentale sottolineare che l’ozonoterapia non costituisce una cura universale per tutte le malattie.
In conclusione, se si sta prendendo in considerazione l’ozonoterapia, è essenziale consultare un medico per valutare attentamente i potenziali benefici e rischi. La decisione di intraprendere questo trattamento dovrebbe essere presa in collaborazione con un professionista sanitario, che possa fornire una valutazione accurata della propria situazione clinica e guidare verso la scelta migliore per la propria salute.

Altre news